Il potenziamento s’à da fare!

Condividi ...

La democrazia prevede partecipazione e rispetto reciproco delle parti e delle aspettative. Ma quando qualcosa viene spiegato più volte e si fa finta di non ascoltare è lecito parlare di ignoranza ed egoismo.

  1. Il progetto va avanti perché quei due treni all’ora in più nelle ore di punta su Parabiago servono a migliorare la vita di chi prende il treno (o di chi vorrebbe prenderlo, ma non riesce perché è troppo pieno).
  2. Il progetto va avanti perché i binari in più tra Rho e Gallarate permetteranno le precedenze dinamiche su una linea satura, quindi anche una maggior puntualità dei treni diretti che non dovranno accodarsi ai treni s5, che spesso ritardano la loro marcia a causa del sovraffollamento, generando prolungamenti importanti nei tempi di incarrozzamento.
  3. Questo progetto va avanti perché l’alternativa è il trasporto su gomma, che aumenta l’inquinamento nella regione europea con la peggior qualità dell’aria (ed è la ferrovia il mezzo di trasporto che inquina il 90% in meno rispetto alla strada).
  4. Questo progetto va avanti perché le alternative sono fallimentari o irrealizzabili (vedi aumento della composizione dei treni passanti, linee alternative ad ovest, ed altre amenità simili).

Esiste una potenzialità residua della linea?

Si, soprattutto tra le h. 22.00 e le h. 05.00. Ma non esiste una richiesta tale da incrementare il servizio in quella fascia oraria.

I lavori dureranno 5 anni?

Se non vengono iniziati non finiranno mai. E non potendo interrompere l’esercizio, si avranno dei tempi così importanti.
Interrompere la linea vuol dire mettere in strada almeno 20 autobus solo per ogni treno s5 soppresso, 12 per ogni diretto e così via, con tempi di percorrenza notevolmente più alti
Aspettiamo il CSLP a settembre per vedere le modifiche al progetto e per recepire le problematiche del territorio.

Le nostre convinzioni sull’utilità dell’opera sono sostenute anche da Rfi, Regione Lombardia, Trenord .
Recentemente anche le forze politiche rappresentative del Governo hanno espresso parere favorevole al potenziamento.

Possiamo concludere che il potenziamento è imprescindibile, avendo ovviamente attenzione alla tutela del territorio con le massime perequazioni possibili.

Rispondi